Oggi andiamo a vedere i 5 migliori microfoni per registrare le vostre canzoni in home studio.

Quali sono i microfoni per registrare che fanno al caso vostro?

Prima di iniziare con la nostra listarella di microfoni, facciamo subito un po’ di chiarezza.

Quando parliamo di microfoni per registrare musica, che sia in un mega-studio di produzione o nel vostro home studio, parliamo di due tipologie:

  • I microfoni dinamici
  • I microfoni a condensatore

A dire il vero ci sarebbe anche il microfono usb, ma è una tipologia più adatta per un podcast che per una registrazione musicale in homestudio.

I 7 migliori microfoni per registrare [per home studio]

Il microfono dinamico

Come avrete intuito dall’immagine sopra, il microfono dinamico è il classicone. Lo stereotipo del microfono, lo avete visto ai concerti, in tv, nei film. Nella vostra testa, quando vi fate i film di quando sarete ricchissimi e famosissimi vi immaginate a cantare con un microfono dinamico.

Ovviamente tenendolo in modo ridicoli, “perché Eminem lo tiene così”. Sorvoliamo.

Ma oggi parliamo dei migliori microfoni per registrare in home studio.

Quindi, quali sono le qualità del microfono dinamico:

  • la robustezza, e infatti è il microfono più usato ai concerti sia per la voce che per catturare gli strumenti, specialmente per drum, grancassa e in generale per i bassi. Il microfono dinamico è anche usato per microfonare gli amplificatori dei vari strumenti durante un concerto.
  • non richiede alimentazione esterna. Bastano delle pile. Il che, unito al costo già (relativamente) contenuto del microfono dinamico non è una brutta cosa.
  • è il microfono migliore per performance dal vivo. In questo è aiutato dalla minore sensibilità ai suoni di sottofondo rispetto al microfono a condensatore

Il microfono a condensatore

Il microfono a condensatore è quello in cui sta sputacchiando il giovane rapper di belle speranze in foto, con annesso taglio di capelli alla Fantaghirò, che ora pare vada abbastanza di moda tra i trapper.

Ma basta divagare! Siamo qui per parlare dei migliori microfoni per registrare canzoni, quindi vediamo rapidamente le caratteristiche del microfono a condensatore:

  • grazie alla sua sensibilità è di solito il microfono indicato per le registrazioni in studio. Perfetto per registrare voci, chitarra acustica, pianoforte. Insomma è l’ideale per il suono di qualità.
  • deve essere alimentato tramite l’alimentazione Phantom a 48 volt, ma se parliamo di home studio non è un problema, perché una scheda audio è dotata di questo tipo di alimentazione per il vostro microfono a condensatore. Idem se avete un mixer.
  • range di prezzo piuttosto alto. Perfino i modelli basi stanno su cifre decisamente più alte rispetto ai microfoni dinamici.
  • coprono un range più ampio di frequenze rispetto ai microfoni dinamici, ma proprio a causa di questa loro “capacità d’ascolto” devono essere piazzati in un ambiente senza “rumore”, cioè senza suoni esterni che possano disturbare la registrazione, anche minimi.

I migliori microfoni per registrare in home studio: microfoni dinamici

Shure Sm57-Lce

Et voilà! Partiamo subito da quello che è forse il king dei microfoni per qualità/prezzo quando vogliamo andare a registrare strumenti, quindi piazzatelo di fronte agli ampli della vostra chitarra o del vostro basso e vedrete! Va bene al limite per la batteria (anche se per quella vi proporremo qualcosa di meglio qua sotto #pagapapi, edit: si scherza, eh).

Sicuramente è tra i migliori microfoni per registrare quanto a robustezza e versatilità, quindi se i soldi sono pochi perché avete speso tutto per la borsa di Gucci non avete molta scelta (edit 2, si scherza di nuovo, eh).

Shure sm58-Lce

Tadaaan! Eccolo, è proprio lui: il cono gelato, il microfono per eccellenza. Il migliore sulla piazza? Manco per niente! L’utilizzo migliore per questo microfono è dal vivo, inutile negarlo, Detto questo se il vostro budget è basso e vi serve un mic versatile questo è quello che fa per voi. Come il suo cugino sm57 è ottimo per registrare strumenti, tipo snare drums o chitarre.

Ma non se la cava malaccio neanche con le voci. Affidabile come un nokia 3310.

AKG D112 MKII

Se volete microfonare la vostra batteria questo è il microfono per voi, è pensato per le frequenze basse e molto basse. Questo è quanto, qui non parliamo di versatilità, ma di specificità. Questo è un microfono dinamico che sa quello che vuole, dategli una grancassa e registrerà da dio.

Può andar bene anche per l’ampli del basso.

Il prezzo per qualcosa di così specifico non è bassissimo, ma qui dipende molto da che musica fate. Se volete emulare i Nirvana un pensierino ce lo farei.

I migliori microfoni per registrare in home studio: microfoni a condensatore

Audio-Technica AT2020

Questo di Audio-Technica è sicuramente un ottimo compromesso per chi vuole un microfono a condensatore ad un prezzo accessibile. La qualità, considerando il prezzo (che per un mic a condensatore è davvero bassissimo), non è niente male. Tenete presente che a meno che non prendiate la variante USB, vi serve una scheda audio o un mixer, per l’alimentazione Phantom (vedi sopra).

Il prezzo basso, oltre alla qualità inferiore rispetto ad altri mic a condensatore, si spiega anche con il fatto che quello di Audio-Technica è unidirezionale, quindi non potrete sperimentare molto con la direzionalità del suono.

Detto questo, per circa cento eurozzi vi portate a casa un ottimo prodotto se non avete i big money per robe più serie.

Rode Microphones – NT1A

Visto che vi vogliamo bene in questa listarella non abbiamo messo dei microfoni dai prezzi assurdi. Perché se volete allestire un home studio dovrete pensare a quanto spendere in ogni categoria e dovrete esser bravi a capire quanta qualità vi serve.

Inutile avere un microfono della madonna se poi avete strumenti di fascia media.

Per questo i migliori microfoni per registrare non sono per forza quelli di gamma più alta, ma quelli che meglio si adattano alle vostre esigenze al resto del vostro home studio.

Last but not least l’NT1A della Rode.

Un ottimo prodotto per il prezzo a cui lo trovate. Basta dare un’occhiata su Amazon, su 2.634 voti, il 79% sono 5 stelle. Certo, il discorso vale fino ad un certo punto, perché tutto dipende da cosa dovete farci col microfono.

Ma qui siamo di fronte al best buy per quel che riguarda la registrazione del canto e dei vocals, ottima resa e sempre ad un prezzo decente.

Ripetiamo in coro: è un microfono a condensatore quindi è alimentato con alimentazione Phantom (arivedi sopra).

Fate buon uso di questa guida e andate a registrare i vostri pezzi. Dopodiché potrete pensare al mixaggio (con le nostre tecniche segrete micidiali) e al mastering. Se invece per voi tutta la parte di mix e mastering è uno sbatti infinito o non avete tempo, cliccate il bottone qua sotto e facciamo uscire sto sound insieme.

??????

migliora il tuo sound con mixemaster!

L'articolo ti è stato utile? Condividilo!


Luca Oliveri

Mi chiamo Luca Oliveri, sono un Producer / Compositore.
Aiuto artisti, producer e musicisti a realizzare i propri progetti musicali, offrendo consulenze ed offrendo servizi di produzione musicale, mix e mastering audio.

hai bisogno di aiuto?
Raccontami il tuo progetto

Costruiamo insieme la tua nuova musica