Scrivere canzoni non è semplice, anche se suoni il piano da dio se scrivi pezzi movimentati come un necrologio non vai da nessuna parte.

Ma come al solito c’è Mixemaster qui con te!

Oggi vediamo 5 modi per migliorare la scrittura delle tue canzoni!

Impara a scrivere da chi eccelle in ciò in cui fai pena

Il primo dei 5 modi per migliorare la scrittura delle tue canzoni richiede parecchia saggezza zen.

Prima di tutto fatti una bella seduta di autoanalisi e individua i tuoi punti di forza (non barare) e datti un giudizio, hai il potenziale per sfondare alla grande nel mondo della musica? Sei un onesto mestierante.

Ovviamente più l’età avanza più è facile essere realisti, se a quarant’anni suoni ancora alla recita di fine anno delle tue elementari qualcosa è andato storto.

L’obiettivo di questa auto-analisi è capire quali sono, realisticamente, i tuoi punti di forza, se ad esempio sei un virtuoso della chitarra ma non sai mettere in fila due parole senza sembrare un uomo di neanderthal allora dovrai cercare qualcuno che invece sembri la reincarnazione di Dante, tipo uno scrittore di pezzi death metal (si scherza, eh).

Più tempo passerai con musicisti complementari alle tue abilità più migliorerete. Tu imparerai a scrivere pezzi, l’altro imparerà da te a suonare meglio la chitarra.

Pompa i tuoi muscoli di scrittore di canzoni

5 modi per migliorare la scrittura delle tue canzoni

Sembra strano dirlo, ma il grande nemico di chi scrive canzoni è il perfezionismo.

Quindi andiamo subito a vedere il secondo dei 5 modi per migliorare la scrittura delle tue canzoni.

Ti dici sempre, “quando avrò una vera chitarra farò musica che spacca”, oppure “appena avrò un buon microfono inizierò a registrare”. Ma la verità è che tutti i tuoi grandi idoli, cantautori o strumentisti che siano, hanno iniziato con due lire in tasca, suonando nei pochi momenti liberi mentre lavoravano da McDonald’s, sì anche Mozart, che infatti componeva le sue opere usando le patatine come note.

La morale qual è?

Che devi ragionare sulle tue abilità di cantautore come un palestrato. Devi pomparti!

Imponiti di provare a scrivere un titolo al giorno, probabilmente il 90% di questi titoli non saranno mai usati e molti faranno schifo.

Ma ci saranno anche delle gemme che potrai usare in futuro. La cosa importante è provare a scrivere ogni santo giorno, per tenere le meningi attive e concentrate.

Ti accorgerai di una cosa buffa, cioè che a un certo punto il tuo cervello inizierà ad andare in pilota automatico e ti verranno idee per una canzone nei momenti più assurdi e inaspettati. Ovviamente questo non toglie niente al luogo d’ispirazione musicale per eccellenza:

via GIPHY

Fai le cose a caso

Come sarebbe a dire?

Sarebbe a dire che questo è un altro dei 5 modi per migliorare la scrittura delle tue canzoni. In questo caso ti parliamo di un metodo per i momenti in cui la creatività è andata in vacanza e proprio non sai che scrivere.

Col fare le cose a caso intendiamo di applicare una simpatica tecnica di ispirazione dadaista.

Prendi il giornale di oggi, se non leggi il giornale vai a comprarlo e già che ci sei comrpaci anche due sfogliatelle ricce (le lisce no per carità).

Ok, ora prendi un paio di forbici e ritaglia parole o frasi intere, ma non oltre le 5-6 parole.

Fanne un mucchietto, qui nessuno è una cima in matematica quindi mucchietto ti dà l’idea. Dopodiché metti i ritagli dentro un cappellino, o una ciotola, perfino lo scolapasta va bene. Chiudi gli occhi ed estrai a caso un po’ di ritagli.

Quando hai estratto 3-4 ritagli apri gli occhi e cerca di comporre una canzone ispirata alla frase probabilmente assurda composta dai ritagli presi dal cappello. Sembra inutile, invece questa tecnica ti costringerà a spremere le meningi, ma al tempo stesso ti farà divertire dato che vengono fuori le cose più assurde.

via GIPHY

Cogli l’attimo fuggente

Ed eccoci a quello al più woke tra i 5 modi di migliorare la scrittura della tua musica.

Lo abbiamo detto anche prima, ma quando inizierai a scrivere tutti i giorni, a prendere note e a lavorare intensamente alla scrittura di una canzone, le idee o anche dei semplici accordi ti verranno in mente nei momenti più inaspettati.

La cosa più sbagliata in questi casi è dire “vabbè me li segno dopo”.

perché é sbagliato?

Perché queste ispirazioni musicali, che siano una strofa, un ritornello o altro, sono un po’ come i sogni, se non te li scrivi dopo cinque minuti hai dimenticato tutto.

Il tuo cervello lavora molto in pilota automatico e queste idee sono spesso generate ad un livello inconscio, quindi sen on te le appunti o non registri il ritornello lo perderai. Severo ma giusto.

Quindi, anche se sei su un autobus e sembrerai un deficiente, fregatene, non c’è bisogno che tu faccia chissà che performance, puoi canticchiare a bassa voce nel tuo telefono, o annotati tutto su un blocchetto come ti pare, l’importante è che ti salvi l’idea.

via GIPHY

Lavora con altri cantautori

L’ultimo dei 5 modi per migliorare la scrittura delle tue canzoni è banale ma fondamentale.

Scrivere è spesso un’attività solitaria, te ne stai nella tua stanza o magari in un parco e canticchi e scrivi un pezzo, tutto solo. Molto spesso ogni cantautore ha uno stile molto personale ed è difficile trovare dei creatori con uno stile simile.

Ma è importante provarci, perché lavorare in gruppo aiuta a tirar fuori idee che possono migliorare il tuo processo di scrittura e quello degli altri. A livello di ispirazione questo è il modo migliore di uscire dal blocco dello scrittore, perché basta che qualcuno dia l’avvio alla sessione di scrittura e poi il resto verrà da sé.

Certo, l’importanza di scrivere insieme a cantautori che condividono il nostro stile fa sì che non sia facile trovare altri scrittori, ma a dire il vero anche scrivere la tua musica con qualcuno che fa un genere totalmente diverso dal tuo può essere un modo creativo e innovativo di scrivere pezzi.

Magarti fai indie e il tuo amic* fa trap, o metal e viene fuori un pezzo della madonna indie metal. Non indie rap perché ci ha scassato i cosiddetti, come l’indie con l’elettronica, e l’indie che fa il verso al cantautorato italiano anni ’70-’80 e l’indie in generale, l’indie insomma.

L'articolo ti è stato utile? Condividilo!


Luca Oliveri

Mi chiamo Luca Oliveri, sono un Producer / Compositore.
Aiuto artisti, producer e musicisti a realizzare i propri progetti musicali, offrendo consulenze ed offrendo servizi di produzione musicale, mix e mastering audio.

hai bisogno di aiuto?
Raccontami il tuo progetto

Costruiamo insieme la tua nuova musica