Come registrare una canzone in casa nel proprio homestudio? Se non si ha la possibilità di andare in studio professionale, questa guida può esserti davvero utile!

Come registrare una canzone?

Registrare una canzone in uno studio professionale, farla mixare e masterizzare da un tecnico del suono è una spesa che non tutti possono sostenere. Si parla di centinaia, migliaia di euro.

Essere un artista nel 2020, fortunatamente, ti permette di scrivere e/o comporre le tue canzoni comodamente dal tuo home studio, non necessariamente devi andare in uno studio di registrazione per riuscire a registrare i tuoi brani, ti basterà avere il minimo necessario per ottenere validi risultati (nei limiti del possibile).

Quindi, partendo dal presupposto di non avere una lira in tasca, ecco una brevissima guida e qualche informazione che potrebbe esserti utile a capire come registrare una canzone a casa, in maniera semplice e veloce.

Cosa serve per registrare una canzone a casa?

  1. Il Computer: dando per scontato che tu già abbia un PC Windows o un MAC, assicurati di avere i requisiti minimi hardware necessari per supportare i programmi che andremo ad utilizzare.
  2. Il Software: Audacity è il migliore amico della “registrazione amatoriale”. Facile, gratuito e funzionale. Ci vorrà davvero poco affinchè tu riesca ad imparare il suo utilizzo.
  3. La Scheda Audio: per alzare la qualità e dire addio al tuo rumorosissimo microfono usb da 12 euro, hai bisogno di una scheda audio. In base alle tue esigenze puoi gestire al meglio la scelta, stai attento al numero di ingressi!
  4. Il Microfono: se punti ad una elevata qualità, ti consiglio un microfono a condensatore con un bel filtro antipop. La scelta è davvero molto vasta.
  5. Cavi: qui c’è da incasinare un bel po’ la vostra scrivania, più strumenti e microfoni avrete da collegare alla vostra scheda audio e più vi sembrerà di stare in una giungla tra le liane. Salutami Tarzan.
  6. Cuffie: per registrare i tuoi brani sceglile chiuse, saranno le tue alleate durante tutte le sessioni di recording nel tuo home studio.

Eccoti due articoli che potrebbero servirti prima della tua autoproduzione:

Come registrare in modo professionale

Sicuramente imparare da autodidatta è possibile ma richiede un po’ di pratica, se hai bisogno di farti affiancare (se non hai tempo da perdere) fatti affiancare da qualcuno di esperto che ti faciliti il lavoro.

Armati di cuffie, microfono, il tuo strumento ed effettua tutti i collegamenti.
Ora avvia finalmente il software.

Con un minimo di dimestichezza ti accorgerai che quasi tutte le DAW funzionano alla stessa maniera, abilita la registrazione e premi REC. Butta giù le idee.

È molto importante che la registrazione sia almeno a 24 bit 44100hz, puoi settarlo nelle impostazioni del tuo software.

Con un po’ di pratica vedrai che sarà un gioco da ragazzi, datti tempo e magari ti cimenterai anche nel mixing e nel mastering.

Registra!

Ora sai come registrare dal tuo homestudio la tua musica. Ovviamente i tuoi brani andranno processati, Mixati e Masterizzati per ottenere una canzone professionale.
È questo che distingue una canzone scadente da una efficace che scalerà le classifiche nelle playlist di Spotify!

Possiamo farti noi il “lavoro sporco”.

L'articolo ti è stato utile? Condividilo!


Luca Oliveri

Mi chiamo Luca Oliveri, sono un Producer / Compositore.
Aiuto artisti, producer e musicisti a realizzare i propri progetti musicali, offrendo consulenze ed offrendo servizi di produzione musicale, mix e mastering audio.

hai bisogno di aiuto?
Raccontami il tuo progetto

Costruiamo insieme la tua nuova musica