Sempre più giovani musicisti e creativi si avvicinano al mondo della produzione musicale sul computer tramite software, ecco perché vengono spontanee le domande: cosa sono le DAW, come funziona una Digital Audio Workstation e quale scegliere?

Il problema è che di queste tipologie di programmi ne esistono una marea in circolazione e quasi tutti corrispondono a un investimento in denaro piuttosto elevato, perciò, è importante non commettere errori di valutazione. Già intraprendere la carriera da musicista o produttore non è semplice: cerca almeno di non ritrovarti con meno soldi di quelli che hai ora in tasca senza avere tra le mani un buon prodotto.

Nel corso di quest’articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza riguardo a questo mondo oscuro e complicato.

Cosa sono le DAW – Digital Audio Workstation?

Prima cosa da sapere: DAW è l’acronimo di Digital Audio Workstation un termine che indica un computer o un software dedicato alla produzione o alla post-produzione audio. Si tratta di due elementi molto diversi, un computer e un programma sono due cose distinte e perciò in questo articolo ci occuperemo solamente dell’aspetto software.

In realtà questa definizione deriva da un passato arcaico che forse alcuni di noi nemmeno riescono a immaginare. Agli albori dell’informatica e della produzione audio digitale era necessario dedicare interi computer a questo scopo.

Oggi invece è possibile installare su qualsiasi macchina dei software professionali che riusciranno a registrare, scrivere, editare, mixare, riprodurre e masterizzare le tue canzoni. Fai attenzione c’è una prima distinzione che devi stamparti in testa: i programmi che fanno solo editing su una singola traccia si chiamano Editor Audio, con le DAW invece è possibile lavorare in multi traccia.

È possibile produrre buona musica al computer?

Se ti sei posto davvero questa domanda vuol dire che non stai ascoltando musica da almeno vent’anni. Oggi è possibile produrre ottima musica lavorando direttamente al computer. Certo di avere un minimo di talento e creatività, ma se sei arrivato a questo articolo probabilmente sono due elementi che non ti mancano.

Fortunatamente viviamo in un’epoca splendida. Ricca di librerie musicali accessibili sul web. Piena zeppa di strumenti musicali a basso prezzo. Ricolma di software professionali con requisiti di installazione più che accettabili. Se poi ti sei intrippato davvero e vuoi dare il massimo, ecco i migliori consigli per creare un Home Studio.

Come funziona un DAW software?

Un software DAW è un programma dedicato alla produzione e all’editing audio che utilizza la scheda audio di un computer come macchina host per avere la potenza adatta a ottimizzare i suoni. La scheda audio in questione agisce come un’interfaccia che converte il segnale audio in formato digitale.

Se volessimo trovare definizione più immediata per spiegare come funziona una digital audio workstation potremmo dire che la DAW è un software capace, grazie un’interfaccia audio interna o esterna, di tradurre suoni analogici in bit che anche un computer può facilmente processare, modificare e riprodurre.

Se ancora non ci hai capito una mazza (più che comprensibile) te lo semplifico ulteriormente: acquisti il software, lo scarichi sul computer, lo installi, (se possibile attacchi una scheda audio valida) e inizi a produrre la tua musica comodamente da casa.

Da queste definizioni avrai notato che, oltre a un software dedicato, è importante avere una scheda audio di qualità. Quelle esterne spesso sono la scelta migliore. A meno che tu non abbia tra le mani il vecchio pc usato di Elon Musk.

Quale è la migliore DAW da scegliere?

Si tratta della classica domanda che tutti ci poniamo quando siamo agli inizi di un progetto e non abbiamo assolutamente idea di cosa stiamo facendo: qual è la migliore digital audio workstation da utilizzare? Se vuoi iniziare a lavorare nel mondo della produzione musicale o del sound design devi affidarti a strumenti di qualità, ma ciò significa anche spendere tempo ed energia per imparare a usarli al meglio.

via GIPHY

Le DAW sono software incredibili, che ti permetteranno di realizzare suoni unici e originali, ma sono anche davvero complesse. Per questo motivo esistono realtà come Mix e Master che ti danno il giusto supporto per realizzare i tuoi progetti musicali. Ma se ormai ti sei impuntato e hai deciso d’imparare a produrre le tue canzoni in autonomia, ecco i migliori software attualmente in circolazione.

Pro Tools: la migliore Digital Audio Workstation per professionisti

La migliore digital audio workstation per professionisti è probabilmente Pro Tools: un software sviluppato da Avid Technology che offre davvero possibilità incredibili. Questo programma è impiegato in tantissimi campi diversi. Oltre alle produzioni musicali di livello professionale, anche molte emittenti radio si affidano a questo strumento per dare vita a trasmissioni ricche di sonorità.

via GIPHY

Questo software avrebbe bisogno di centinaia se non migliaia di articoli per essere analizzato a fondo. Dacci tempo.

Per spiegarne le funzionalità utilizzeremo altri articoli che troverai salvando questo sito web tra i preferiti oppure iscrivendoti alla newsletter.

Ableton Live: il migliore software DAW per professionisti

Il migliore software per professionisti è, quasi senza dubbio, Ableton Live: una suite ricca di funzionalità che ti permetterà di dare vita a produzioni musicali eccezionali. Come puoi comprendere già dal nome, Ableton Live non è solamente adatto per la composizione in studio, ma è pensato anche per performance live.

Forse si tratta di una delle sue caratteristiche più apprezzate, la versatilità di questo strumento è fuori discussione. Al suo interno troverai tantissime funzioni ed effetti audio da applicare alle tue produzioni per renderle uniche. Anche in questo caso, per realizzare una guida a riguardo servirebbero migliaia di pagine, ma su questo sito troverai sempre nuovi consigli per imparare a utilizzarlo al meglio passo dopo passo.

Non esiste un unico software per produrre musica

Sì, lo so, abbiamo detto che Pro Tools è il migliore e che Ableton Live è il migliore. La verità è che lo sono entrambi contemporaneamente.

Ogni musicista, ogni produttore, ogni sound designer ha un’esigenza propria e solamente testando i diversi strumenti si potrà capire caso per caso qual è il più conveniente.

Ricordati che non esiste un unico software per produrre musica, proprio come non esiste un solo strumento per dare sfogo alla tua creatività.

migliora il tuo sound con mixemaster!

L'articolo ti è stato utile? Condividilo!

Raccontami il tuo progetto

Costruiamo insieme la tua nuova musica