Se il tuo sogno è sempre stato quello di produrre la tua musica oppure mixare le canzoni di altri artisti, avrai sentito parlare dei plugin vst, dei veri e propri strumenti virtuali che potrai utilizzare nella tua DAW per realizzare un prodotto davvero unico e di successo. Ovviamente non basta scaricare un componente aggiuntivo per scalare le migliori classifiche musicali, servono studio e talento alla base. Se però di studio e di talento ne hai abbastanza, è il momento di capire come rendere più profonde e piene le tue canzoni utilizzando i migliori VST Plugin disponibili.

Li potrai integrare in software professionali a pagamento oppure amatoriali “a gratis”. Quali sono i migliori? È una domanda abbastanza scontata, per quanto a nessuno di noi piaccia sperperare soldi, le soluzioni a pagamento sono senza alcun dubbio le migliori. Tanto vale dirlo fin da ora. Se speri di produrre musica utilizzando programmi gratuiti come Audacity, beh ti sbagli di grosso, devi fare un investimento e imparare a usare le migliori digital audio workstation disponibili. Ableton oppure Pro Tools, decidi tu qual è quella più adatta alle tue esigenze. In ogni caso nel corso di questo articolo ti spieghiamo alcune cose sui componenti aggiuntivi di questi programmi.

via GIPHY

Cosa sono i plugin VST? A cosa servono?

Vst è l’acronimo di Virtual Studio Technology, un componente aggiuntivo che può essere implementato nella tua DAW preferita creando nuovi e migliori suoni. Possono essere scaricati in più formati e con prezzi differenti, addirittura a volte sono gratis. Questi plugin offrono numerose opportunità agli utenti che decidono di installarli, concedendo maggiore controllo sulla sonorità del pezzo.

Questo non significa che diventerai il miglior DJ del mondo, ma sicuramente potrai rendere le tue canzoni un prodotto più personale e quindi maggiormente apprezzabile dal tuo pubblico.

Tornando ai plugin vst stavamo dicendo che sono disponibili in vari formati, così da potersi interfacciare con i principali software digital audio workstation. Scegli ovviamente il formato compatibile con la tua DAW, in versione a 32 o 64 bit sempre considerando il software a tua disposizione. In questo modo non avrai nessun problema e potrai subito iniziare a sfruttare le potenzialità immense di questi strumenti virtuali.

Come installare un VST plugin nella DAW?

La prima cosa da fare è ovviamente scaricare la versione giusta, proprio come dicevamo sopra. Stai pur tranquillo che anche se non ti intendi particolarmente di informatica troverai numerose indicazioni sui siti dei produttori dei plugin. Se ad esempio usi come sistema operativo Windows troverai sicuramente scritte lampeggianti e pulsanti ben evidenti che ti indicheranno la versione corretta da scaricare. In ogni caso di seguito trovi una semplice lista dei formati più diffusi.

  • .aax = il formato usato sulla DAW Pro Tools a partire dalla versione 11
  • .rtas = usato sulla DAW Pro Tools nelle versioni precedenti alla 11
  • .dll = il più comune, compatibile con tutte le DAW in Windows
  • .au = il formato di riferimento in ambito MacOS e iOS

Una volta che avrai scaricato il file corretto potrai copiarlo e incollarlo nella cartella apposita del tuo software DAW.  La troverai senza troppe difficoltà, normalmente si chiama proprio “vst plugins”. A questo punto, riavvia il software e troverai il tuo nuovo giocattolo lì pronto ad aspettarti. Ci sono alcuni casi in cui però gli strumenti vst vengono forniti in un file .exe, cioè un’applicazione da installare sul computer che andrà interfacciarsi con tutte le DAW presenti implementando le sue funzionalità su ognuna di esse. Comodo no?

via GIPHY

Quali strumenti puoi emulare con un VST?

In questo caso non c’è davvero limite alla fantasia: esistono milioni (ma dico davvero milioni) di plugin vst per lavorare su ogni genere di sonorità. Le possibilità sono davvero molteplici, proprio per questo motivo però ogni tanto è difficile orientarsi. Avrai a disposizione nel tuo computer un esercito di strumenti musicali, dai sintetizzatori alle chitarre, dalle batterie agli ottoni, in pratica un’orchestra intera. Imparare a mixare attentamente le sonorità disponibili ti permetterà di realizzare pezzi incredibili e capaci di catturare l’attenzione del coinvolgendolo in un’esperienza unica. Ovviamente in base al genere musicale che produci potrai optare per qualcosa di diverso, unico e personale.

Sarebbe sempre bene avere una certa dimestichezza con questi programmi e un buon orecchio soprattutto, perciò se hai qualche dubbio o se desideri davvero fare il salto di qualità, puoi sempre affidarti a Mix e Master. Sapremo consigliarti per il meglio e ti aiuteremo a realizzare i tuoi sogni rendendo le tue canzoni dei progetti di qualità. Se invece ti sei già occupato del mixing e del mastering dei tuoi brani è arrivato il momento di iniziare a promuoverli e distribuirli. Se sei alla ricerca di un servizio efficiente e al prezzo giusto, ti consigliamo DistroKid, un portale perfetto per musicisti emergenti.

VST plugin: strumenti ed effetti MIDI

I software per creare musica lavorano grazie a componenti interne ed esterne. Queste ultime prendono il nome di plugin ovvero funzionalità aggiuntive che espandono le tue possibilità come musicista. Una prima distinzione che è importante mettere in chiaro fin da ora è quella tra strumenti ed effetti Midi. I Plugin vst possono emulare infatti degli strumenti musicali, ma possono anche aggiungere controlli ed effetti a disposizione per elaborare il tuo suono.

Quindi chitarre bassi e sintetizzatori, sono vst. Riverbero, delay e compressione sono effetti Midi che puoi aggiungere alla tua DAW come plugin. Nell’elenco di seguito troverai i migliori vst secondo la nostra opinione, sia in fatto di strumenti virtuali che di effetti Midi. Ma se hai dei suggerimenti, dati della tua esperienza, segnalacelo pure via mail così condivideremo il tuo pensiero con il resto del pubblico.

Lista dei migliori plugin VST per le tue DAW (AGGIORNATA)

Analog Lab – Una raccolta di preset di strumenti senza tempo

Modo Bass – Un basso elettrico virtuale, dinamico e pulito

Serum – Sintetizzatore wavetable preciso e dall’interfaccia particolarmente funzionale

Omnisphere – Il sintetizzatore made by Spectrasonics, uno strumento di straordinaria potenza e versatilità

Orchestral Companion Strings – Un insieme di archi da accompagnamento, dalla sonorità potente e coinvolgente

migliora il tuo sound con mixemaster!

L'articolo ti è stato utile? Condividilo!


Luca Oliveri

Mi chiamo Luca Oliveri, sono un Producer / Compositore.
Aiuto artisti, producer e musicisti a realizzare i propri progetti musicali, offrendo consulenze ed offrendo servizi di produzione musicale, mix e mastering audio.

hai bisogno di aiuto?
Raccontami il tuo progetto

Costruiamo insieme la tua nuova musica