Hai già un distributore digitale, e magari hai anche creato un bel profilo artista su Spotify, con spunta blu e bio fatta bene.

Ottimo!

A questo punto hai vari modi per far crescere i tuoi ascolti e follower su Spotify. Uno di questi è sicuramente quello di essere incluso in una delle playlist editoriali di Spotify.

Senza dimenticarsi di quelle algoritmiche tipo Release Radar.

Se hai fatto bene i compiti per casa, può darsi che tu sia incluso in una playlist senza dover contattare gli editors di Spotify. Ma parliamoci chiaro, perché succeda qualcosa del genere ti servirebbero un botto di follower, e dei pezzi con un numero abbastanza elevato di ascolti. Due condizioni che difficilmente puoi soddisfare se sei su Spotify da poco.

Quindi devi mandare un pitch a spotify!

Mandare un pitch a Spotify

Lo step più semplice quando sei all’inizio è quello di accollarsi agli editor di Spotify, per fargli sapere che esisti.

Come?

Mandandogli un pitch.

Che cos’è un pitch di Spotify?

In parole povere è una “proposta” musicale che mandi agli editori di Spotify. La procedura non è complicata, richiede solo un po’ di attenzione al dettaglio, perché più informazioni includerai nella tua proposta più sarà facile per Spotify “etichettarti” e capire in quali playlist potrebbe includere la tua musica.

Se mandi un pitch incompleto o approssimativo per pigrizia tanto vale non farlo.

Sarò onesto, le chance di essere presi in considerazione con un pitch, soprattutto se a mandarlo è il musicista stesso, sono basse. Ma formulando una proposta completa e ben scritta, puoi aumentare le tue possibilità. Mandare un pitch a spotify sembra sulla carta un ostacolo insormontabile, quando in realtà richiede pochi passaggi.

Guida step by step per mandare un pitch a Spotify

  1. Entra nel tuo profilo Spotify (ma va?)
  2. Poi clicca sulla sezione musica e seleziona “upcoming”
  3. A questo punto dovrebbero comparire la canzone o la playlist (che devono essere unreleased, occhio!) che hai caricato su Spotify tramite il tuo distributore digitale.
  4. Seleziona la canzone di cui vuoi mandare un pitch a Spotify e clicca su “Pitch a song”. Anche in questo caso pensa bene alla canzone che vuoi mandare, perché per un EP o un album puoi mandare solo una canzone. Una volta mandata, non si torna indietro. Quindi pensa molto bene a qual è il tuo cavallo vincente!

Se hai bisogno di aiuto per le prime fasi, guarda la sezione dedicata sul sito di Spotify for artists:

Getting Started

mandare un pitch a spotify-min

Aggiungi i dettagli!

Ok, se mandare un pitch a Spotify fosse così semplice questa guida neanche esisterebbe.

Ora viene la parte più interessante, inserire i dettagli della tua canzone, il succo di un pitch.

  • Per prima cosa indicate il genere musicale del vostro pezzo. Lo sappiamo che vorresti inserire robe tipo dreamwaveshoegazepostpunk. Spiaze ma non si può. Spotify ti fare scegliere un genere da un menu a tendina. La lista è ampia quindi non preoccuparti, se non trovi proprio il genere preciso ce ne sarà sicuramente uno che ci va vicino. Puoi anche selezionare il sottogenere, quindi a meno che tu non sia l’inventore di un nuovo genere mai sentito prima troverai il genere della tua musica.
  • A questo punto scegli due culture musicali, questa sezione è opzionale ma è importante per essere inclusi in playlist “etniche” o che sono influenzate da elementi “afro”, “latin” e simili.
  • Scegli due mood, anche questa è una scelta opzionale ma ti consigliamo di essere davvero molto attento. Perché se usi Spotify ti sarai accorto di quante playlist fanno riferimento ad un mood, uno stato d’animo, un umore. Tipo “mood booster”, “good mood” e così via. Quindi butta giù due idee sul tipo di mood che la tua musica contribuisce a creare. Sì, tranquillo, va bene anche il mood “I’m preso male becos I don’t hev soldi”, anzi è uno dei mood più popolari.
  • Song style, tipo musica acustica o altro.
  • Linguaggio, se il vostro è un pezzo che mixa vari linguaggi dovete dirlo, perché ora è una roba che piace e può aumentare le vostre chance. Un esempio: Speranza che mischia slang francese e campano.
  • Riportare accuratamente gli strumenti impiegati nella vostra canzone.

Per qualsiasi dubbio riguardante la vostra musica su Spotify, sul sito della piattaforma trovate una sezione apposita:

Managing you music

Come premio per essere arrivato fin qui hai vinto il premio “ho una soglia d’attenzione migliore di quella di un colibrì impanicato” e questo video che è una piccola success story su come partire dal fare musica nella propria stanza e arrivare ad essere ascoltati da un botto di gente su Spotify:

Il punto più importante del tuo pitch: LO SPIEGONE!

Ti eri già illuso che fosse tutto qui. Eri già pronto a mandare un pitch a Spotify.

E invece no!

Manca una sezione importantissima. La sezione Tell us more, che tradotto significa “ti prego dicci che non stai inviando l’ennesima canzonetta indie pop che sembra cantata da Calcutta ma non lo è e parla di un tizio che ama na tizia che era un po’ emo, in provincia di Bergamo, d’inverno.”

Ok, seriamente.

La sezione tell us more serve a dare un’idea agli editor di Spotify del vostro background, della scena musicale in cui vi siete formati, le vostre influenze. La parte più specifica su sound ecc del vostro pezzo l’avete già scritta, qui dovete affascinare.

Dovete cioè creare un’atmosfera attorno alla canzone che sia in grado di incuriosire gli editor aldilà di genere, mood e altri elementi. Se date un background, un contesto, interessante al vostro pezzo un editor sarà molto più tentato di cliccare sul tasto “ascolta”. Il contesto può essere qualsiasi cosa, sta a voi saper “vendere” la vostra musica. Non descrivetela come l’ennesimo “fresco”, “emozionante ma dissonante”, o “che esprime il disagio di una generazione”.

Un’altra info importantissima che devi fornire agli editor è che sei un artista che si dà da fare per promuovere la propria musica, includi djset, livestream e tappe di concerti (quando si potrà). Non aver paura di parlare di come promuoverai la tua musica e cercherai di guadagnarti nuovi follower.

L’ultimo step prima di mandare un pitch a Spotify: revisione

Ci sei quasi!

Rivedi tutte le informazioni che hai inserito e rileggiti la sezione “tell us more”, potresti inserire qualche altra info utile a rendere il tuo pezzo davvero unico agli occhi degli editor?

Se sei convinto di tutto quanto, vai, invia e il gioco è fatto.

Tempistiche

L’ideale sarebbe mandare un pitch a spotify un mese prima del release, perché gli editor sono sommersi di richieste e quindi i tempi di dilatano. La cosa figa è che se mandi il tuo pezzo almeno una settimana in anticipo rispetto al release il tuo pezzo sarà automaticamente inserito nel Release Radar dei tuoi follower. Che è già qualcosa dai.

via GIPHY

Ottimo. Ora sai come mandare un pitch a Spotify.

E mo?

Puoi dare un’occhiata agli altri tasselli fondamentali per sopravvivere come musicista su Spotify:

I migliori distributori digitali

Quanto si guadagna con Spotify

Come funziona l’algoritmo di Spotify?

L'articolo ti è stato utile? Condividilo!


Luca Oliveri

Mi chiamo Luca Oliveri, sono un Producer / Compositore.
Aiuto artisti, producer e musicisti a realizzare i propri progetti musicali, offrendo consulenze ed offrendo servizi di produzione musicale, mix e mastering audio.

hai bisogno di aiuto?
Raccontami il tuo progetto

Costruiamo insieme la tua nuova musica